Metabolizzato il Web 2.0, il settore dei videogames torna ad essere terreno di conquista

Finita la corsa all’oro nel campo dei servizi Web 2.0, oggi il terreno di conquista delle piccole startup torna ad essere il settore dei videogames (corsi e ricorsi). Specialmente se c’è di mezzo una componente “social”. Questo grazie alla grande visibilità che piattaforme come Apple iOS+iTunes, Facebook e lo splendido Steam di Valve Corp. sanno offrire. Un trampolino di lancio col turbo.

Se prima si guardava con interesse alle mosse di società come Obvious Corp. (cioè Twitter) Megatechtronium (cioè Pownce) e via dicendo, oggi si guarda a Zynga (le ultime stime sul valore della società riportano cifre a nove zeri), PopCap Games Inc. o agli inglesi di Chillingo e di Introversion Software, giusto per citarne alcuni.

Per non parlare poi dell’inarrestabile ascesa dei francesi di Gameloft, che nei dieci anni di vita dell’azienda sono stati talmente veloci, reattivi e lungimiranti da sfruttare il momento di incertezza dei big diventando così uno dei player principali nel mobile gaming.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...