Il videogame diventa pubblicità

bmw-m3-challenge2.jpg

L’estremizzazione del discorso fatto in precedenza sui videogames e l’advertising è questa: BMW M3 Challenge. Un videogioco gratuito creato da BMW in collaborazione con 10Tacle Studios e Blimey Games. Come dire: “Non mettiamo della pubblicità nel nostro gioco, facciamo che il gioco stesso sia una pubblicità del nostro prodotto“.

Gli ingredienti:

  • Un obiettivo. Presentare un nuovo modello di automobile (la BMW M3 appunto, a.k.a. Serie 3 Motorsport), dando a chiunque la possibilità di provarla su pista (se non altro virtualmente). Altrimenti cosa me ne faccio di 420 cavalli ed un otto cilindri a V da quattro litri? :D
  • Una struttura base preesistente. Non c’è bisogno di progettare un videogioco da zero. Basta concludere un accordo con una software house che abbia già prodotto un buon titolo, partire da questo, modificarlo e riadattarlo alle proprie esigenze.
  • Una struttura base di qualità. BMW non può permettersi di rilasciare software scadente, nemmeno se è gratuito. Ed in questo caso la scelta è stata azzeccata. Il gioco non è altro che una versione “alleggerita” di GT Legends, storico e pluripremiato titolo di corse automobilistiche dal quale eredita tutti i pregi: il motore grafico, la fisica realistica e la possibilità di intervenire sulle impostazioni della vettura.
  • Cura del dettaglio. Dal momento che non sarà necessario produrre il software da zero (risparmiandoci quindi il “grosso” del lavoro), l’attenzione ricadrà sulla cura del dettaglio. In questo i tedeschi sono unici al mondo (assieme ai giapponesi) ed anche in questo caso si sono adoperati al fine di rendere l’esperienza di gioco quanto più vicina alla realtà.
  • Distribuzione. il gioco è gratuito. Lo si può scaricare da Internet ed utilizzare dove si vuole, quanto si vuole (anche se la longevità è il suo punto debole, vista la presenza di una sola macchina e di un solo circuito in due versioni); in più verrà distribuito (sempre gratuitamente) su CD in allegato a varie riviste.
  • Il contest. Nella versione multiplayer sarà possibile gareggiare online e, attraverso il meccanismo degli shoot-out, vincere dei premi.

In conclusione, più che di un videogioco, stiamo parlando di un simulatore di guida appositamente creato per il lancio della nuova BMW M3 al fine di promuovere il prodotto ed il marchio, dare la possibilità ai potenziali clienti di “testare” l’auto, e far divertire noi poveri disperati che non possiamo permettercene una.

P.S. I commenti al gioco li potete trovare in un vecchio post di Autoblog (sì dai, lo so che vi siete incuriositi).

P.P.S. per chi ha già GTR2, non credo sia troppo difficile trasferire il modello della M3 all’interno del gioco.

Annunci

4 pensieri su “Il videogame diventa pubblicità

  1. Ne avevo sentito parlare proprio su autoblog, ma la tua descrizione è molto più accurata ;)

    cosa me ne faccio di 420 cavalli… beh io li userei per andare a prendere il pane sotto casa e la parcheggerei davanti al bar più IN della mia città giusto per farmi notare :lol:

    Ciao

  2. …che poi ti viene il dubbio: non saranno pochi 420 cavalli?! Forse ci vorrebbe qualcosa di più potente, che ne so, una Bugatti da 1000 cavalli ad esempio. Così quando esco per andare a prendere il pane ci metto meno tempo e lo porto a casa che è ancora bello caldo. Vuoi mettere?? :D :P

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...