Qual è l’utente ideale per Pownce?

Alla luce di quanto detto, quale potrebbe essere l’utente ideale per un servizio come Pownce? (badate bene, mi riferisco all’idea che ne sta alla base e che si concretizza poi in Pownce) Potrebbe essere l’utente Linux

pownce.jpgHo osservato il funzionamento del nuovo servizio dell’imprenditore parallelo Kevin Rose. L’impiego che ne fanno i suoi utenti (almeno in Italia) non sembra essere quello ottimale, ma sembra piuttosto influenzato dall’eredità delle abitudini dei twitteriani. A questo punto che senso ha?

Gli utenti Linux, in generale più pratici e meno frivoli dei blogger, sono in gran parte passati indenni attraverso il fenomeno Twitter. In realtà “solo” la blogosfera in Italia sembra ne sia stata colpita. Eppure anche i linuxiani potrebbero trarre giovamento da uno strumento nato per comunicare in gruppo in modo istantaneo, permanente e diffuso. Penso agli utenti che hanno problemi nel reperire informazioni, documenti o pacchetti, e penso ai programmatori ed alle possibilità che avrebbero di organizzarsi e tenersi costantemente aggiornati tra loro.

Cimi ad esempio potrebbe utilizzare Pownce per comunicare gli ultimi sviluppi del suo Engine. Stessa cosa per Treviño che potrebbe “smistare” le ultime informazioni sui suoi repository, mentre Simone potrebbe condividere le date del suo viaggio per la Ubuntu Live Conference o per la California (già che ci sei, cerca di fare un po’ di promozione per l’Umbria dai :P ).

Nella realtà, la comunità Linux sembra ancora impermeabile alla nuova corrente (e alle mode) del Web 2.0 e si limita ad utilizzare i servizi più utili, YouTube su tutti.

Detto questo, ho 6 dico 6 inviti per Pownce da elargire. Se c’è qualcuno interessato al servizio, basta dirlo. ;) (la mia pagina di prova)

Annunci

11 pensieri su “Qual è l’utente ideale per Pownce?

  1. Mh, in effetti avevo pensato che dovrei fare la stessa cosa che mi consigli te su twitter (visto che mi sta spesso “fatica” mettermi a fare post fatti bene – ed io o li faccio per bene o niente – per piccoli aggiornamenti), ma preferirei inglobarlo più nel mio spazio piuttosto che usare sistemi di terze parti…

    Magari una pagina apposita, con i commenti postabili solo da me o qualcosa di simile usando wordpress…

    Comunque se hai un invito da buttar via lo prendo anche :)

    Bye!

  2. Ci sono varie strade che potresti intraprendere per ottenere ciò di cui hai bisogno.

    Una di queste potrebbe essere quella di utilizzare un microblog come Tumblr (tumblr.com) in parallelo per postare solo gli ultimi aggiornamenti ai tuoi lavori. Ma non credo sia la soluzione migliore.

    Oppure potresti sfruttare servizi come Twitter/Pownce appunto, integrando poi ciò che scrivi su queste piattaforme all’interno del tuo blog attraverso strumenti come Twitter Tools (http://tinyurl.com/yqzkh6) oppure, in modo più semplice, inserendo una colonna degli RSS di Twitter/Pownce da qualche parte nella tua pagina.

    In questo modo potresti inglobare alla perfezione il contenuto degli altri servizi nel tuo blog.

    Ovviamente se preferisci non utilizzare servizi di terzi capisco la tua scelta. :)

    Nel frattempo ti mando l’invito. ;)

  3. Ho provato un po’, solo che… È normale che nella mia pagina vengano mostrati anche i messaggi degli altri utenti?
    Mi immagino di sì, perché evidentemente non ho ben capito l’idea che sta dietro a questi servizi, però… Forse non è il massimo così :P.

    Voglio dire, i commenti ai messaggini sono perfette, ma così assumono un po’ troppo «rilievo», no?!

  4. Sì è normale. E’ proprio questa l’utilità di servizi come Pownce/Twitter. L’aspetto sociale. E cioè il fatto di vedere in tempo reale le comunicazioni degli altri utenti inclusi nella propria rete di contatti.

    Tutte le attività e le comunicazioni vengono visualizzate in una specie di “river of news” e questo ti permette di tenere sotto controllo tutto ciò che sta accadendo all’interno del gruppo.

    Se ad esempio sei un programmatore e ti stai occupando di una parte del progetto, con un sistema del genere puoi restare costantemente aggiorato sul lavoro svolto dagli altri programmatori e su cosa stanno facendo. File, link e segnalazioni di vario tipo possono essere inviati al volo a tutti i componenti del gruppo o solo a quelli selezionati.

    Attraverso Twitter/Pownce/ecc. puoi sapere in tempo reale cosa sta accadendo in un’altra parte del mondo. Da chi sta twittando dal Guadec o da qualche altro importante convegno puoi sapere che succede, di cosa si sta parlando. Ed è proprio quello che è accaduto in molti eventi. C’era della gente che twittava dalla platea o dalla sala stampa che dava informazioni al volo, ben prima di siti web, forum, blog, ecc.

    E comunque, dal profilo pubblico è possibile scegliere se visualizzare solo i propri messaggi o quelli di tutto il gruppo. Mentre l’RSS è già stato impostato in modo da elencare solo la tua roba.

  5. ad ogni modo un client per Pownce su Linux manca, non so se è allo studio, e la vedo come una GRAVE mancanza per un utilizzo come lo proponi te.

    piuttosto, Jaiku ? tecnicamente mi pare MOLTO migliore e più ricco di funzionalità e quindi più facilmente adattabile agli scopi preposti !

  6. Vero, manca il client per Linux, ma tutto sommato il funzionamento tramite web è buono (forse un po’ lento) e non se ne sente la mancanza.

    Jaiku è un gran servizio, superiore a molti altri. Purtroppo soffre (a torto) della “fama” di second best su Twitter che non lo fa decollare. Sicuramente è da considerare, anche se manca la condivisione files (o sbaglio?).

  7. la pagina web è grossomodo inutile, visto che gli manca l’autorefresh …

    per quanto riguarda Jaiku, si gli manca il file transffer, ma appena il volume di file scambiati diventerà “importante” sono pronto a scommettere che verrà meno anche su Pownce (senza contare lo scambio di materiale protetto da copyright !)

    non credi ?

  8. Spero per loro di no… La condivisione file è la caratteristica principale del loro servizio nonché l’unica funzione che non offrono i principali concorrenti. Se parte quella Pownce non ha più senso.

    Piuttosto, vedo che producono poche novità e che non ci provano nemmeno a “rincorrere” gli altri servizi. Mah, vedremo cosa accadrà con le API.

  9. Se vi va posso offrire io la soluzione anche se sono di parte … però potrebbe essere un bel modo per:

    1) far crescere il nostro servizio tutto italiano
    2) avere dei tester/utenti che sono gia con le mani in pasta in questo mondo
    3) essere tutti italiani e farla vedere a sti ‘mericani :)

    lo so che sono di parte però dopo la vostra chiacchierata che ho seguito con attenzione consiglierei un’occhiata a http://www.meemi.com

    è on line da poco (10 settembre) però potrebbe/dovrebbe esaudire le mancanze degli altri … e presto verranno aggiunte altre feature (calendario, sfondi personalizzati, etc. etc.)

    Grazie e scusate della mia “faccia tosta” ;)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...