The simExchange, investire (per finta) nell’industria dei videogiochi

logo-tse.jpg

L’altro giorno stavo navigando a caccia di novità nel mondo dei videogame web-based e, tra le varie cose, ho trovato questo sito che non sembra niente male: The simExchange. Parte dalla stessa idea che sta dietro a BlogShares. Si tratta di una simulazione di un mercato azionario dedicato ai videogames, dove appassionati ed esperti possono investire soldi virtuali in azioni collegate a videogiochi e console. L’obiettivo principale, naturalmente, è guadagnare il più possibile lucrando sul capital gain, ovvero sulla differenza tra  il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto. In sostanza, ci si diverte e si imparano i concetti alla base dei mercati finanziari.

Quando un nuovo gioco viene lanciato sul mercato, parte l’offerta pubblica iniziale (IPO). La comunità di utenti può confrontarsi, commentando ed esprimendo il proprio parere su quel determinato titolo attraverso un voto (in stile Digg). Gli “investimenti” si muovono di conseguenza e il prezzo sale e scende a seconda della fiducia che i giocatori danno al titolo e ai risultati che lo stesso otterrà in termini di vendite. La parte più bella è proprio questa: non è solo un gioco, è anche un modo che hanno gli utenti per discutere ed interagire, creando una vera e propria community. E, ciliegina sulla torta, si possono mettere in bella mostra i risultati raggiunti sul proprio blog!

Nella realtà The Sim Exchange ha aspirazioni che vanno oltre il semplice gioco. Servizi come questo vengono definiti prediction markets ed hanno un doppio scopo. Da una parte divertire le persone che ci giocano, dall’altra raccogliere informazioni e produrre trend e prospettive di vendita, in questo caso per il mercato dei videogiochi.

Il concetto alla base dei prediction markets potrebbe essere “facilmente” replicato in molti altri campi, come ad esempio in quello della musica, dello sport, della politica e via dicendo, proprio come accade con Sportdaq e Celebdaq, entrambi della BBC. Mi stupisce il fatto che in Italia ancora nessuno si sia lanciato in un progetto del genere. Perché no, sui blog italiani ad esempio. Lancio un assist a BlogBabel, Blogo, Blogosfere, ed in generale a tutti. E ci sarebbero molti modi per renderlo ancor più interessante, più di quanto non facciano già i servizi appena citati…

Io non ho ancora cominciato a giocare per problemi di tempo, ma credo che lo farò al più presto! ;)

Annunci

Un pensiero su “The simExchange, investire (per finta) nell’industria dei videogiochi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...